Come proteggere lo smalto dei denti

Vi abbiamo parlato delle cause dello smalto dei denti rovinato: come prevenire che questo avvenga? Potete proteggerlo in svariate maniere: utilizzate collutori specifici e consigliati dal dentista; assumete cibi ricchi di calcio, per rinforzarlo; sorseggiate lentamente le vostre bevande e usate sempre una cannuccia quando sono gassate!

come proteggere smalto denti

Smalto dei denti consumato: le cause

Lo smalto dei denti rovinato è un problema che si può presentare molto più spesso di quanto si possa immaginare. Le cause possono essere molteplici: un dentifricio troppo aggressivo o uno spazzolamento troppo energico dei denti sono tra i fattori più comuni. A questi si aggiungo il reflusso gastroesofageo e il bruxismo (il digrignamento dei denti).

12096562_918326161566178_8918116694616057556_n

Lingua bianca: i rimedi

Vi capita mai di notare di avere la lingua bianca? I rimedi sono molteplici: dal nettalingua alla curcuma, passando per bicarbonato di sodio e succo di aloe vera. Qual è la vostra scelta usuale?

rimedi lingua bianca

Collutorio naturale al propoli

Oggi vi proponiamo una ricetta naturale da ricreare a casa: ecco come preparare semplicemente un collutorio naturale a base di propoli. Fateci sapere come vi siete trovati!

colluttorio naturale al propoli

Cos’è la sedazione cosciente?

Conoscete la sedazione cosciente? Questa pratica è perfetta per chi ha paura del dentista ma vuole rimanere in allerta comunque. In questa infografica, che potete trovare anche in forma di brochure nel nostro studio, vi spieghiamo brevemente di cosa si tratta.

12311110_941864579212336_4545555857375388819_n

Come si lavano i denti?

Lavarsi i denti è un gesto automatico, a cui raramente pensiamo a fondo. Per una buona pulizia è però necessario tenere a mente qualche regola base: dividete la bocca in quattro aree e spazzolate ognuna per circa 30 secondi. In pochissimo tempo noterete dei miglioramenti nella vostra igiene orale!

come si lavano correttamente i denti studio hazen

Mastica che ti fa bene

Molti ancora non sanno che la mineralizzazione dei denti è stimolata dalle sollecitazioni meccaniche della masticazione. Al giorno d’oggi, tra succhi di frutta e cibi molto morbidi, gli stimoli sui denti sono inferiori al passato. Soprattutto nel periodo di crescita è quindi opportuno migliorare la masticazione introducendo quotidianamente nella dieta cibi duri e croccanti, sia per rafforzare i denti, sia per migliorare la funzionalità masticatoria.

Mastica che fa bene

Il tè verde

Uno studio condotto in Giappone e pubblicato nel Journal of Periodontology, oltre a dimostrare le ben note proprietà antiage e antitumorali del tè verde, ne mette in luce anche l’azione benefica nei confronti di gengivite e paradentite. Ciò è dovuto alla presenza di catechina, che non solo uccide il ceppo batterico ma in virtù delle sue qualità antiossidanti, arresta lo sviluppo e l’evoluzione della patologia.

Dallo studio è emerso che chi fa regolarmente uso di tè verde, mostra denti e gengive più sane di quelli che non ne bevono. Si raccomanda però dopo averne fatto uso, di lavare i denti o fare un vigoroso sciacquo per evitare l’insorgenza di fastidiose pigmentazioni.

21_Il te verde

Il colluttorio

Il colluttorio viene impiegato come ausilio per l’igiene orale, solitamente aromatizzato al gusto menta o agrumi.

Può servire per rinfrescare l’alito, per prevenire la formazione di carie se contenente fluoro, per impedire la formazione di placca o con azione disinfettante antibatterica se contenente clorexidina. Potente disinfettante antibatterico, il colluttorio alla clorexidina viene comunemente prescritto dal dentista come sussidio medico nel trattamento di disturbi gengivali, parodontali e del cavo orale in generale. L’uso di tali colluttori però, deve essere limitato nel tempo in quanto causano antiestetiche macchie sui denti.

Il colluttorio